Fare il Deejay per eventi

Far divertire , divertendosi.

Negli anni ’70 si aggiravano per le discoteche come alieni, precursori di un mondo che li avrebbe messi solo qualche anno dopo al vertice del panorama delle organizzazioni di feste. Parliamo dei Deejay per eventi come si diceva ai tempi, un ruolo che nel tempo si è evoluto insieme ai suoni delle diverse ere, diventando a volte il simbolo delle ere stesse. Oggi esistono centinaia di Deejay per eventi di fama internazionale e ancora di più che alimentano quotidianamente la voglia di divertirsi delle persone durante feste e compleanni.

Chi per mestiere sceglie di fare il Deejay per eventi è perchè dentro di se possiede la voglia e la passione di accendere le situazioni, creare atmosfere, intrattenere, stupire. Tecnicamente fare il Deejay per eventi comporta molte ore di pratica, comprendendo come utilizzare al meglio la console e tutto il service audio/video. Partiamo dalle basi però. Mixare due dischi è il modo di dire di tutti i mediocri o qualunquisti, quelli che credono che molte persone siano sopravvalutate. Per carità è possibile, ma suonare per tute quelle persone, con tutti quei gusti differenti è complicato. La peggior situazione è vedere la folla sparpagliarsi, muoversi, dileguarsi, chiari sintomi che la selezione musicale non sta destando l’impressione desiderata. E’ in casi come questo che il Deejay per eventi deve saper trascendere dal proprio gusto e stile musicale e capire in fretta cosa suonare per animare il pubblico. Quando scende il gelo in sala non è facile “scongelare” la situazione e quindi è qui che un deejay per eventi esperto fa la differenza rispetto a chi si trova alle prime armi.

L’esperienza del Deejay per eventi paga, e come, col tempo infatti la risorsa del DJ si procurerà attrezzature professionali, partendo da consolle e mixer, fino a impianto audio e luci, fondamentali per creare un atmosfera accogliente ed esclusiva. by info@nosilence.it

Share