Le coperture modulari possono sostituire le strutture fisse?

Logiche di utilizzo di coperture modulari.

Il mondo degli eventi sta cambiando, perchè intorno a lui stanno crescendo le possibilità di allestimento che oggi il mercato può offrirci. In passato si prediligeva l’uso di strutture chiuse, palazzetti dello sport, sale da mostra, ad eccezione dei tendoni da circo e “teatri tenda” dove famosi Circhi ma anche Renato Zero seppe costruire la sua casa agli albori della propria carriera. Oggi organizzare un evento è diventato per certi versi più difficile, in quanto la burocrazia spesso limita o rallenta la sua realizzazione, ma le possibilità riguardo la sua progettazione sono aumentate, e di molto. Le coperture modulari ci consentono ormai di riprodurre location di ogni espressione geometrica, grazie all’utilizzo di truss e tralicci in alluminio che possono prestarsi alla creazione di forme sia curve che lineari. Le coperture poi vengono progettate ed intagliate una volta stabilito lo scheletro finale della struttura portante. Grandi marchi tra i quali Coca-Cola, utilizzano durante i loro tour coperture modulari, dalle quali sfruttano la possibilità di creare ambienti personalizzati in base al luogo dove saranno montate e di essere riconoscibili pubblicamente grazie alle forme oltre che alle grafiche che contraddistinguono il brand.

Ma come si progettano le coperture modulari?

Se non si hanno le capacità architettoniche (le strutture hanno bisogno di essere certificate per essere a norma) e sopratutto non si dispone dei materiali non c’è altra soluzione che rivolgersi ad agenzie specializzate nel noleggio di coperture modulari. Si tratta di strutture che possono essere usate per qualche giorno, come per lunghi periodi, di fatti al loro interno viene ricreato un vero e proprio impianto elettrico che servirà all’illuminazione, come per il riscaldamento/raffreddamento a seconda della stagione. La pavimentazione è un altro punto sul quale si può giocare a proprio piacimento. Oltre alla possibilità di installare service audio, luci e video, la pavimentazione da l’opportunità di poter scegliere tra moquette, parquet, laminati, pvc, insomma, tutte le pavimentazioni rimovibili ed adatte ad un calpestio di massa. Le coperture modulari sono il futuro? No, si tratta già del presente, anzi, spesso essendo abituati nemmeno le distinguiamo e ci sembra normale notarle all’interno di piazze e grandi location.

Share